Luomo si fa tagliare il pene

Alessandro Marzo Magno Taglio basso Il peggior incubo di ogni uomo diviene realtà nella notte del 23 giugno Una giovane e graziosa ecuadoriana evira il marito tranciadogli il pene di netto, e alla base.

luomo si fa tagliare il pene

Lei si chiama Lorena Gallodeve ancora compiere 23 anni, di professione fa la manicure; il marito John Wayne Bobbittha 26 anni ed ragazzi con un grosso pene un ex Marine. Il caso Bobbitt farà presto il giro del mondo.

A rovinare la vita al protagonista di questa vicenda, raccontata sulle pagine del Messaggero, è stata una ragazza brasiliana trentunenne conosciuta in discoteca, per caso, nel bel mezzo di una serata di festa spensierata. Lui, 36 anni, caporal maggiore degli alpini originario di Galatina, in provincia di Lecce, si era avvicinato a lei e aveva iniziato le presentazioni di rito.

Come luomo si fa tagliare il pene andate le cose lo stabilirà il processo che inizia un paio di mesi più tardi, sempre a Manassas. La ragazza entra nella stanza dove il marito dorme e gli stacca il pene con un coltello da cucina. Poi esce di casa con il pene fino a poco prima appartenuto al marito, sale in auto e parte.

luomo si fa tagliare il pene

Lorena si rende conto di averla fatta grossa e chiama la polizia rivelando il luogo dove ha gettato la parte anatomica. Gli agenti corrono sul campo accanto alla strada e ritrovano il pene, lo mettono sotto ghiaccio e lo portano in ospedale. Lorena Bobbitt in un primo tempo fornisce una giustificazione un tantinello riduttiva del suo gesto.

Come fece Lorena Bobbit, più o meno, una donna di 26 anni, architetto, Brenda Baratini, è stata arrestata per avere tagliato il pene al compagno con delle cesoie da giardinaggio. Lo scrive Dagospia che riprende www. Il fatto è avvenuto domenica a Cordoba. Vari passaggi della vicenda non sono al momento chiari: chi abbia allertato i soccorritori, se sia stato possibile recuperare il membro mutilato e quale sia il movente dietro al gesto della donna. La vittima, un 40enne, non rischia di morire.

Poi cambia versione e afferma che il marito la violentava, e che avrebbe proceduto al taglio per evitare di essere stuprata per la seconda volta in cinque giorni. Corpo del reato: il pene tagliato di Bobbitt viene mostrato a giurati e giornalisti al processo Al processo finiscono entrambi sul banco degli accusati: Lorena per lesioni volontarie, John Wayne per violenza carnale tra coniugi.

Dovrà passare un paio di mesi in clinica psichiatrica.

In quello stesso anno, Lorena finirà di nuovo dei guai per aver picchiato la madre. Il processo è un avvenimento di prima grandezza. Arriva per assitervi anche lo scrittore italo-americano Gay Talese.

Non era la prima volta che ci provava. Ma se in almeno un'occasione precedente il tentativo era fallito e i soccorritori erano giunti in tempo per medicare la ferita, stavolta l'esito del gesto è stato raggiunto. Al la chiamata è arrivata quando erano da poco passate le 5. Dall'altra parte della cornetta un ragazzo di 28 anni che raccontava di essersi evirato, chiedendo l'aiuto dei sanitari. Ai sanitari ha raccontato che alla base del suo gesto c'è la sua presunta sieropositività, che lo avrebbe portato a decidere di tagliarsi i genitali.

Gli avvocati, tanto esposti mediaticamente, danno il meglio di sé. Il processo si sofferma sulle varie fasi della vicenda, uno dei chirurghi che ha riattaccato il pene a John Wayne Bobbitt mostra in aula una gigantografia del reperto. Ma non perde nemmeno occasione di avere guai con la giustizia, finirà arrestato sette altre volte.

luomo si fa tagliare il pene

Sarà accusato di violenza domestica contro la terza moglie, Joanna Ferrel, anche se alla fine se la caverà per insufficienza di prove.

Galbūt jus domina