Cosa può influenzare lerezione

cosa può influenzare lerezione

Quanto hai trovato interessante questo contenuto? Fosse facile.

cosa può influenzare lerezione

Con tutto quel che hanno da fare e da pensare, quando arrivano a sera, gli uomini e le donne del nuovo millennio difficilmente riescono a trattenere una sufficiente dose di entusiasmo, serenità ed energia da dedicare alla vita di coppia.

Nei più giovani, di solito, il problema sanguisuga sul pene occasionale o transitorio e in molti casi legato a situazioni di particolare stanchezza e stress.

Pillole per l’erezione: differenze principali e specifici utilizzi

Ma non deve essere trascurato. Due elementi che aggravano ulteriormente la situazione rischiando di trasformare un inconveniente passeggero di poco conto in una disfunzione sessuale persistente.

È indispensabile intervenire.

cosa può influenzare lerezione

Senza esagerare. Il passo successivo consiste nel cercare di fare insieme cose cosa può influenzare lerezione che divertano e rilassino entrambi: una cena fuori, una serata con gli amici, il week end al mare, lo shopping, un giro in bici in mezzo alla natura.

Dedicate più tempo soltanto a voi e alla vostra voglia di stare insieme.

cosa può influenzare lerezione

Fino ai 50 anni, infatti, le cause organiche che possono provocare un deficit erettivo sono meno probabili. Non basta prendersi una vacanza per risolvere il problema perché se lo stress è cronico si sconta anche sulle spiagge più belle del mondo. Come affrontare la situazione?

cosa può influenzare lerezione

Soluzioni discrete In questo caso le soluzioni ci sono. Affinché si produca una valida erezione devono funzionare in sintonia i sistemi vascolare, endocrino e neurologico. Quindi, se il problema non passa — cioè dopo un paio di settimane di tentativi, in compagnia o in solitudine — meglio rivolgersi a un medico per escludere importanti patologie correlate, da trattare il prima possibile, come per esempio diabeteipertensione, aterosclerosi.

Approfondimenti specialistici Quali sono i fattori psicologici — o disfunzionali - delle difficoltà di erezione? L'anamnesi accurata di molti pazienti affetti da deficit erettivo mostra infatti come essi abbiano sofferto già in giovane età di deficit occasionali in risposta a stress, depressione, ansia o anche piccole quantità di alcool. Questa osservazione suggerisce che alcuni fattori di vulnerabilità siano presenti in molti soggetti durante tutta la vita e possano contribuire a spostare la bilancia della competenza erettiva tra funzione o deficit, agendo probabilmente come variabili indipendenti.

Galbūt jus domina