Perdere unerezione cosa fare

perdere unerezione cosa fare

E, secondo il sessuologo, anche questo tipo di problema potrebbe non essere una malattia, ma una conseguenza di una scorretta educazione sessuale.

perdere unerezione cosa fare a casa, possono migliorare lerezione

Torniamo dunque a parlarne con l'esperto. Nella precedente intervista il dottor Vincenzo Puppo, medico e ricercatore del Centro Italiano di Sessuologia, a Firenze — prendendo spunto dal suo ultimo libro — ci ha spiegato come l'eiaculazione precoce non sia una malattia. Questa volta è il turno della disfunzione erettile maschile.

perdere unerezione cosa fare erezione mattutina 40 anni

Dottor Puppo, cosa è esattamente la disfunzione erettile maschile? Perdere unerezione cosa fare le statistiche interesserebbe milioni di uomini e a tutte le età più dopo i anni.

La disfunzione erettile è dunque un problema fisiologico o psicologico? Cos'è che la causa? Puppo — infatti ci sono molte patologie che possono coinvolgere l'apparato sessuale maschile: tra le più comuni vedi il diabete, l'ipertensione ecc.

Vi sono molti fattori che possono influire sulla disfunzione erettile. In primo luogo, è importante rivolgersi a uno specialista, per determinare se la sua origine sia un problema fisico oppure un effetto secondario di una qualche malattia. Dopo aver accertato questo, è positivo analizzare se vi sono fattori psicologici connessi. Come donne non dovete assumere un atteggiamento grossolano, perdere unerezione cosa fare tanto meno dovete provare imbarazzo o sentirvi tristi. Neanche potete concludere di non averlo fatto eccitare abbastanza; è un fattore fisiologico normale, che entrambi potete risolvere.

O è dovuta a farmaci e simili. Bisogna conoscere la fisiologia dell'erezione, che avviene in tre fasi: latente, turgida, rigida. Il pene maschile non è un muscolo, ma per ottenere la rigidità completa e il mantenimento dell'erezione è essenziale la contrazione dei muscoli perineali non pelvici!

perdere unerezione cosa fare ragazze che parlano di pene

Sono quindi i muscoli perineali a permettere l'erezione. Se la loro contrazione non avviene in modo adeguato si ha dunque un problema, e non si ha l'erezione completa del pene? Basterebbero dunque dei semplici esercizi, senza ricorrere ai farmaci?

perdere unerezione cosa fare problemi degli uomini con erezioni permanenti

Inoltre questi esercizi devono essere perdere unerezione cosa fare sempre in educazione sessuale e fatti regolarmente per tutta la vita dai maschi e dalle femmine: vedi la prevenzione del vaginismo. Dottor Puppo, vi sono altri vantaggi che possono derivare dall'allenamento di questi muscoli?

perdere unerezione cosa fare come hai imparato lerezione

Con Aggiornamenti

Galbūt jus domina